ARISTOTELE E L’ODIERNA FILOSOFIA DELLA MENTE

Conferenza : Prof. Sandro Nannini
Online - per ottenere il collegamento a Zoom scrivere a: info@orfil.ch
20:00 - 21:00

La concezione aristotelica dell’anima, reperibile soprattutto nel De Anima, è stata oggetto sin dal Medioevo di accesi dibattiti teologici; ma in tempi molto più recenti, in particolare negli anni Novanta del secolo scorso, essa è stata accostata, da un’ottica non più teologica bensì scientifico-empirica, ad una delle correnti di pensiero più accreditate oggi in filosofia della mente e nelle scienze cognitive: il funzionalismo (o cognitivismo che dir si voglia). Nell’ilomorfismo aristotelico, dottrina secondo la quale l’anima (almeno in quanto anima nutritiva e sensitiva) è la forma di un corpo avente la vita in potenza, alcuni filosofi e scienziati cognitivi hanno visto un lontano antenato della cosiddetta “analogia mente-computer”, secondo la quale in un essere umano la mente sta al cervello come in un computer il software sta all’hardware che lo implementa. Sebbene altri studiosi di Aristotele abbiano trovato anacronistico e fuorviante questo accostamento tra l’ilomorfismo aristotelico e il funzionalismo contemporaneo, esso ad una lettura attenta del De Anima e ad un suo confronto con le principali soluzioni oggi date in filosofia della mente e nelle scienze cognitive al problema mente-corpo sembra essere sufficientemente fondato da meritare un esame più ravvicinato.

Sandro Nannini (Siena 1946), in pensione dal 2016, è stato ordinario prima di filosofia morale all’Università di Urbino e poi di filosofia teoretica e di filosofia della mente all’Università di Siena. Pubblicazioni principali: Il pensiero simbolico. Saggio su Lévi-Strauss, Bologna, Il Mulino 1981; Cause e ragioni. Modelli di spiegazione delle azioni umane nella filosofia analitica, Roma, Ed. Riuniti 1992; Il Fanatico e l’Arcangelo. Studi di filosofia analitica pratica, Siena, Protagon 1998; L’anima e il corpo. Una introduzione storica alla filosofia della mente, Roma-Bari, Laterza 2002, nuova ed. 2011; Seele, Geist und Körper. Historische Wurzeln und philosophische Grundlagen der Kognitionswissenschaften, Frankfurt a.M., Lang 2006; Naturalismo cognitivo. Per una teoria materialistica della mente, Macerata, Quodlibet 2007; La Nottola di Minerva. Storie e dialoghi fantastici sulla filosofia della mente, Milano, Mimesis 2008. Cfr. anche C. Lumer e G. Romano (a cura di), Dalla filosofia dell’azione alla filosofia della mente. Riflessioni in onore di Sandro Nannini, Roma-Messina, Corisco 2018.